Welfare flessibile e PSE

Welfare flessibile e Partito Socialista Europeo. È stato un esercizio di equilibrismo tra questi due punti fermi il faccia a faccia andato in scena sabato 12 settembre alla Sala Zangheri del Parco Nord – nell’ambito della Festa nazionale dell’Economia e del Lavoro – tra Pier Paolo Baretta, sottosegretario all’Economia, e Debora Seracchiani, presidente della Regione Friuli Venezia Giulia e vicesegretario nazionale del PD.

Baretta ha ribadito come sia opportuno pensare a un sistema di welfare più flessibile, più attento alle novità emerse nei cambiamenti della società, mentre Serracchiani ha ribadito con orgoglio come la prima scelta fatta dalla segreteria Renzi sia stata l’adesione del Partito Democratico al Partito del Socialismo Europeo e come, alle elezioni europee del 2014, il PD sia stato il partito progressista europeo che ha avuto la miglior performance elettorale in tutta Europa.

Una sera che non ha evitato anche gli argomenti più spinosi dell’agenda politica bolognese, con la vice di Renzi che ha sottolineato come rigore e rispetto della legalità siano elementi imprescindibili in una seria politica dell’accoglienza e di risoluzione dell’annoso problema della casa.

Potrebbero anche interessarti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>